Reffnet.ch parte con la seconda fase il 17.12.2018

Dopo la positiva conclusione della prima fase, l’Ufficio federale dell’ambiente ha prolungato per ulteriori quattro anni il sostegno finanziario attribuito alla Rete Svizzera per l’efficienza delle risorse Reffnet.ch.

Comunicato stampa 2018

Reffnet.ch parte con la seconda fase

Dopo la positiva conclusione della prima fase, l’Ufficio federale dell’ambiente ha prolungato per ulteriori quattro anni il sostegno finanziario attribuito alla Rete Svizzera per l’efficienza delle risorse Reffnet.ch.

Dalla sua fondazione, quattro anni or sono, la rete per l’efficienza delle risorse Reffnet.ch ha consigliato più di 500 aziende in merito a un utilizzo sostenibile delle materie prime e alla rispettiva riduzione dei costi di produzione. Circa 220 di queste aziende hanno identificato delle misure concrete che hanno parzialmente già attuato.

 Ad esempio la ditta Saropack SA ha sostituito la pellicola in PVC utilizzata per l’imballaggio di frutta e verdura, problematica dal punto di vista ambientale, con una nuova pellicola sottile in polietilene, senza alcun svantaggio a livello di costi. L’esperta Reffnet Bettina Kahlert ha analizzato separatamente le due soluzioni di imballaggio allo scopo di poterne confrontare l’impatto ambientale. Le analisi svolte hanno mostrato come esso risulti più basso del 95% nel caso si utilizzi la nuova pellicola in polietilene rispetto alla tradizionale pellicola in PVC. In caso di un’ulteriore riduzione dello spessore della pellicola in polietilene il risparmio raggiunge il 59% per il materiale della pellicola e il 69% per le emissioni di CO2. Si prevede di sostituire almeno 50 milioni dei vecchi imballaggi presenti sul mercato con questa soluzione alternativa. Così facendo saranno emesse ogni anno circa 1'000 tonnellate di CO2 in meno.

La Rete Svizzera per l’efficienza delle risorse Reffnet.ch è stata fondata quattro anni or sono su mandato del Consiglio federale nell’ambito del piano d’azione Economia verde, avviato dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM). Più organizzazioni e istituzioni sono state congiuntamente sostenute dalla Confederazione con l’obiettivo di supportare lo sviluppo di un’economia efficiente in termini di risorse. Dopo la positiva conclusione della prima fase, l’UFAM sostiene il progetto per ulteriori quattro anni con un totale di ca. 2.6 Mio. CHF. I principali beneficiari di questo sostegno sono le aziende attraverso una consulenza offerta a prezzo agevolato. L’accento è posto sugli effetti ambientali misurabili degli interventi e sullo sviluppo della Rete. In questo modo Reffnet.ch, assieme alle aziende coinvolte, vuole fornire un importante sostegno al raggiungimento degli obiettivi climatici e di sostenibilità dell’accordo di Parigi.

 

Consulenza gratuita

Più di 30 esperti Reffnet con ampie competenze e vasta esperienza negli specifici ambiti aiutano le aziende nell’identificazione dei potenziali di miglioramento, nella definizione di azioni concrete da  di ottimizzazione dei processi e nello sviluppo di nuovi prodotti secondo i criteri dell’ecodesign.

Le aziende che partecipano al programma beneficiano di tre fino a cinque giorni di consulenza gratuita.

Più informazioni: www.reffnet.ch

 

Informazioni supplementari

Luca Pampuri, Centro di coordinamento Reffnet.ch Svizzera Italiana, c/o Associazione TicinoEnergia, +091 290 88 10

PDF Download

Ritorno